Guida Completa a Tutti Gli Euro da Collezione Della Spagna

Il Regno di Spagna è entrato a far parte dell’Unione europea il 1° gennaio 1986. Fino al 1998 la valuta ufficiale era la peseta spagnola. Dal 1999 è in essere l’euro.

Gli euro da collezione della Spagna sono: le serie divisionali in confezione ufficiale della zecca, i due euro commemorativi, le monete commemorative in argento, le monete commemorative in oro e le monete commemorative in altri tipi di metalli.

Andiamo a vedere tutte le monete in euro spagnole che si possono collezionare, descritte in ogni dettaglio e in tutte le loro caratteristiche tecniche…

Gli Euro della Spagna

Per quel che riguarda gli euro per la circolazione, la Spagna ha avuto due serie in totale. La prima, 1999 al 2014, riguardava il Re Juan Carlos I e la seconda, che dal 2015 è ancora in essere, riguarda il Re Felipe VI.

La Prima Serie

  • 1 centesimo di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “1 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 2 centesimi di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “2 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 5 centesimi di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “5 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 10 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “10 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 20 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “20 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 50 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “50 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 1 euro – al dritto il Re Juan Carlos I de Borbon y Borbon, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “1 euro”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 2 euro – al dritto il Re Juan Carlos I de Borbon y Borbon, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “2 euro”, la carta dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.

La Seconda Serie

  • 1 centesimo di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “1 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 2 centesimi di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “2 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 5 centesimi di euro – al dritto la Cattedrale di Santiago de Compostela, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “5 euro cent”, il globo terrestre e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 10 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “10 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 20 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “20 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 50 centesimi di euro – al dritto Miguel de Cervantes, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “50 euro cent”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 1 euro – al dritto il Re Felipe VI, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “1 euro”, la cartina dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.
  • 2 euro – al dritto il Re Felipe VI, il millesimo, le 12 stelle, il segno di zecca e il nome dello Stato. Al rovescio, come per le monete euro degli altri Stati dell’eurozona, ha la scritta “2 euro”, la carta dell’Unione europea e delle linee trasversali nello sfondo che riportano ognuna in entrambe le estremità una stella.

Le Serie Divisionali Nelle Confezioni Ufficiali Della Zecca

Dal 1999, primo anno in cui la Spagna usa l’euro, offre le serie divisionali nelle confezioni ufficiali della zecca annualmente ed è quindi un prodotto da collezione fisso nell’offerta numismatica spagnola.

Le serie offerte sono rilasciate sia in versione fior di conio, sia in quella fondo a specchio. Anche se dal 1999 al 2001 e nel 2004 le serie furono offerte nella sola versione fior di conio. Le serie sono ad 8 valori (dal centesimo ai 2 euro) o a 9 e 10 valori che hanno in aggiunta anche una o due monete commemorative da 2 euro di quell’annualità.

Nel 2003, ci fu una serie particolare a 40 valori, che oltre alle 8 monete della Spagna, aveva annessi anche gli 8 valori del Belgio, della Germania, dell’Olanda e dell’Austria. Sono state fatte anche delle serie con alcune varianti, per esempio con annessa una moneta in argento o una medaglia.

I Due Euro Commemorativi

La Spagna ha coniato i suoi primi 2 euro commemorativi nel 2005, seppur utilizza l’euro dal 1999. È ormai diventato un tipo di prodotto numismatico fisso nell’offerta di monete dello Stato. Dalla sua introduzione, solo nel 2006 e nel 2008 non fu coniato.

Tutti i 2 euro commemorativi spagnoli sono stati offerti sia nella versione fior di conio, sia in quella fondo a specchio.

Ecco una tabella con tutti i due euro commemorativi della Spagna divisi per l’anno di emissione, il tema della commemorazione e il disegno al dritto della moneta:

Anno di emissione dei 2 euro commemorativiTema della commemorazioneDisegno al dritto della moneta
2005400° anniversario del Don ChisciotteDon Chisciotte, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
200750° anniversario del trattato di RomaLa firma del Trattato, la pavimentazione di Piazza del Campidoglio, i millesimi, le 12 stelle, il nome dello Stato, la scritta e i segni.
200910° anniversario dell’unione economica e monetariaFigura umana stilizzata e simbolo dell’euro, i millesimi 1999 e 2009, le scritte, la dicitura UEM che precede i millesimi, le 12 stelle e i segni.
2010UNESCO: il centro storico di CordobaLe arcate, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2011UNESCO: il palazzo di Alhambra a GranadaL’interno del palazzo, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
201210° anniversario delle monete e delle banconote in euroIl globo terrestre circondato dai cittadini, elementi di scambio commerciale, industria ed energia e con al centro il simbolo dell’euro (€), le scritte, il nome dello Stato, i millesimi 2002 e 2012, le 12 stelle e i segni.
2012UNESCO: la Cattedrale di BurgosLa Cattedrale, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2013UNESCO: la residenza reale di San Lorenzo de El EscorialLa residenza, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2014Antoni GaudiParque Güell di Barcellona, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2014Il cambio di ReI profili di Re Juan Carlos e di Re Felipe VI, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
201530° anniversario della bandiera europeaLa bandiera europea attorniata da persone stilizzate, i millesimi 1985 e 2015, le 12 stelle e i segni.
2015UNESCO: la grotta di AltamiraIl dipinto del bisonte, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2016UNESCO: l’acquedotto di Segovia L’acquedotto, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2017UNESCO: la chiesa di Santa Maria del Narancoil millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
201850° compleanno del Re Felipe VILo stemma del Re Felipe VI, la scritta commemorativa, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2018UNESCO: Santiago de CompostelaLa scultura di Santiago, Puerta Santa della cattedrale, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.
2019UNESCO: la città vecchia di Avila e le sue muraLe mura di Avila, il millesimo, le 12 stelle, il nome dello Stato e il segno di zecca.

Le Monete Commemorative in Argento Spagnole

Il Regno di Spagna ha coniato davvero tante monete commemorative in euro d’argento. Non quanto la Francia, ma ugualmente un numero sostanzioso.

Sono tutte coniate in argento con titolo a 925 / °°° e qualcuna è anche placcata in oro a 999 / °°°. Qualcuna ha dei dettagli colorati e altre hanno una forma inconsueta come alcune dalla forma a lingotto del 2016 e del 2019.

Tutte queste monete sono fondo a specchio e alcune sono state coniate anche nella versione fior di conio. Il diametro e il peso è variabile e non necessariamente legato al valore nominale della moneta.

Questo prodotto numismatico è stato coniato annualmente dal 2002, ma vi fu una moneta dal taglio di 3 euro coniata nel 1998 in occasione della 500° scoperta del Venezuela. Fu un evento straordinario perché l’euro effettivamente è in essere dal 1999.

Un’altra particolarità, è una moneta del 2019 dal taglio di 300 euro che ha un peso di 1 kg. Ne sono stati fatti solo 500 esemplari e il suo valore numismatico è di circa 2.400 euro.

Come detto, sono tantissime le monete commemorative in argento della Spagna e quindi non si possono riportare tutte in un singolo articolo senza sovraccaricare il lettore di informazioni. Per scoprirle tutte, vi invito ad acquistare il catalogo unificato euro 2019/20.

Qui sotto vi riporto tutte le monete commemorative in argento della Spagna degli ultimi 4 anni, divise per l’anno di coniazione, il valore facciale e il tema della commemorazione:

Anno di coniazione della moneta in AgValore faccialeTema della commemorazione
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – seconda serie
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – seconda serie
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – seconda serie
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – terza serie
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – terza serie
20155 euroCittà patrimonio dell’UNESCO – terza serie
20155 euroSerie ibero-americana: le radici culturali
201510 euro70 anni di pace in Europa
201510 euro500° anniversario della nascita di Santa Maria di Gesù
201510 euro400° anniversario della 2ª parte del Don Chisciotte
201510 euroTesori dei musei spagnoli: Rubens
201510 euroTesori dei musei spagnoli: Madrazo
201510 euroTesori dei musei spagnoli: Tintoretto
201510 euroI gioielli numismatici
201530 euro400° anniversario della 2ª parte del Don Chisciotte
201550 euroTesori dei musei spagnoli: Arcimboldo e Velázquez
201610 euroI gioielli numismatici
201610 euro300° anniversario della nascita di Carlo III
201610 euro300° anniversario delle poste
201610 euroL’Europa contemporanea
201610 euro400° anniversario della morte di Miguel de Cervantes
201610 euro400° anniversario della morte di Fernando II di Aragona
201610 euroLe olimpiadi di Rio de Janeiro
201625 euroTesori dei musei spagnoli: El Bosco
201625 euroTesori dei musei spagnoli: El Bosco
201630 euro400° anniversario della morte di Miguel de Cervantes
201650 euroTesori dei musei spagnoli: El Bosco
20175 euroSerie ibero-americana: le meraviglie naturali
201710 euroRussia 2018
201710 euroL’età del ferro e del vetro
201710 euro300° anniversario della Real Compagnia de Guardias Marinas
201710 euroI gioielli numismatici
201710 euroL’anno internazionale del turismo sostenibile
201710 euroTesori dei musei spagnoli: 25° anniversario del Museo Thyssen-Bornemizsa
201710 euroTesori dei musei spagnoli: 25° anniversario del Museo Thyssen-Bornemizsa
201710 euroTesori dei musei spagnoli: 25° anniversario del Museo Thyssen-Bornemizsa
201730 euro25° anniversario del Trattato dell’Unione europea
201750 euroTesori dei musei spagnoli: 25° anniversario del Museo Thyssen-Bornemizsa
2017100 euroLa storia del dollaro
201810 euroRussia 2018
201810 euroIl barocco e il rococò
201810 euro800° anniversario dell’Università di Salamanca
201810 euro40° anniversario della Costituzione
201810 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201810 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201810 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201810 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201830 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201830 euro1.300° anniversario del Regno delle Asturie
201850 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201910 euroIl Rinascimento
201910 euro175° anniversario della Guardia Civil
201910 euro500° anniversario della navigazione intorno al mondo
201910 euro50° anniversario del primo uomo sulla luna
201910 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
201910 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
201910 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
201910 euroI gioielli numismatici
201930 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
2019300 euroLe monete spagnole

Le Monete di Spagna Commemorative in Oro

Il Regno di Spagna conia monete oro in euro dal 2002. Queste monete sono tutte fondo a specchio e titolate in oro purissimo a 999 millesimi. I tagli di queste monete in ordine crescente sono i seguenti: 20 euro, 50 euro, 100 euro, 200 euro, 300 euro e 400 euro.

Per quel che riguarda le monete di taglio minore: quelle da 20 euro hanno un diametro di 13,92 millimetri e un peso di 1,24 grammi. Quella da 50 euro, che è una sola, ha un diametro di 19 millimetri e un peso di 3,38 grammi. Quelle da 100 euro hanno invece un diametro di 23 millimetri e un peso di 6,75 grammi, ad eccezione di quella sui gioielli numismatici (II versione) che aveva le caratteristiche tecniche come quelle da 20 euro.

Riguardo ai tagli maggiori, quello da 200 euro ha un diametro di 30 millimetri e un diametro di 13,5 grammi. Quelle da 300 euro hanno un diametro di 40 millimetri e un peso di 17,26 grammi (queste sono bimetalliche: Au 999 / °°° + Ag 925 / °°°). Quelle da 400 euro hanno invece un diametro di 38 millimetri e un peso pari a 27 grammi.

Nella tabella sottostante, riporto tutte le monete commemorative in oro spagnole divise per l’anno di coniazione, il valore facciale della moneta e il tema della commemorazione:

Anno di coniazione della moneta in AuValore faccialeTema della commemorazione
2002200 euroI mondiali di calcio
2002400 euro150° anniversario della nascita di Gaudì
2003100 euroI mondiali di calcio del 2006
2003200 euroPrimo anniversario dell’euro
2003200 euro25° anniversario della Costituzione
2004100 euroI mondiali di calcio del 2006
2004200 euroL’allargamento dell’Unione europea
2004200 euroIl matrimonio Reale tra il Principe Felipe e Letitia
2004200 euro500° anniversario della morte di Isabella di Castiglia
2004400 euroSalvador Dalì – “Figura en una ventana”
2005200 euroLa pace e la libertà in Europa
2005200 euro25° anniversario del Premio delle Asturie
2005300 euroI mondiali di calcio del 2006
2005400 euro400° anniversario del Don Chisciotte
2006200 euroPersonalità europee: Carlo V
2006300 euroLa Spagna campione del mondo di pallacanestro
2006400 euro500° anniversario di Cristoforo Colombo
200720 euroAnno della Spagna in Cina
2007200 euroCantar de Mio Cid
2007200 euro50° anniversario del Trattato di Roma
2007400 euro5° anniversario dell’euro
200820 euroI gioielli numismatici – prima versione
2008200 euroIl patrimonio europeo
2008200 euroGli europei di calcio
2008200 euroPittori spagnoli: Velazquez
2008400 euro200° anniversario della guerra d’indipendenza
2009100 euroI gioielli numismatici – seconda versione
2009100 euroI mondiali di calcio del 2010
2009200 euroFelipe II
2009400 euroPittori spagnoli: Salvador Dalì
201020 euroSpagna campione del mondo di calcio 2010
2010200 euroAntoni Gaudì
2010400 euroPittori spagnoli: Goya
201120 euroI gioielli numismatici – terza versione
201120 euro25° anniversario dell’adesione di Spagna e Portogallo nell’Unione europea
2011100 euroI gioielli numismatici – quarta versione
2011200 euroEsploratori europei: Francisco de Orellana
2011400 euroPittori spagnoli: El Greco
201220 euroI gioielli numismatici – quinta versione
2012100 euroI gioielli numismatici – sesta versione
2012200 euroJuan Gris
2012200 euroSpagna vincitrice degli europei di calcio
2012400 euroPittori spagnoli: Mirò
201320 euro75° compleanno di Re Juan Carlos
2013100 euroMondiali di calcio in Brasile 2014
2013100 euroMillenario del Regno di Granada
2013100 euroScrittori europei: Miguel de Cervantes
2013200 euro500° della scoperta dell’Oceano Pacifico
2013400 euroTesori dei musei spagnoli: Albrecht Dürer
201420 euroI gioielli numismatici – settima versione
2014100 euroI gioielli numismatici – ottava versione
2014200 euroCompositori europei: Manuel de Falla
2014400 euroTesori dei musei spagnoli: El Greco
201520 euroI gioielli numismatici – nona versione
2015100 euroI gioielli numismatici – decima versione
2015100 euro400° anniversario della 2ª parte del Don Chisciotte
2015200 euro70 anni di pace in Europa
2015400 euroTesori del musei spagnoli: Goya
201620 euroI gioielli numismatici – undicesima versione
2016100 euroI gioielli numismatici – dodicesima versione
2016100 euroLe olimpiadi di Rio de Janeiro
2016100 euro400° anniversario della morte di Ferdinando II di Aragona
2016200 euro400° anniversario della morte di Miguel de Cervantes
2016200 euroL’Europa contemporanea
2016400 euroTesori dei musei spagnoli: El Bosco
201720 euroI gioielli numismatici – tredicesima versione
2017100 euroRussia 2018
2017100 euroI gioielli numismatici – quattordicesima versione
2017200 euroL’età del ferro e del vetro
2017400 euroTesori dei musei spagnoli: 25° anniversario del Museo Thyssen-Bornemizsa
201850 euro150°anniversario dell’ultima coniazione dello scudo spagnolo
2018100 euroRussia 2018
2018100 euro150°anniversario dell’ultima coniazione dello scudo spagnolo
2018200 euroIl barocco e il rococò
2018200 euro150°anniversario dell’ultima coniazione dello scudo spagnolo
2018400 euro150°anniversario dell’ultima coniazione dello scudo spagnolo
2018400 euro50° compleanno di Re Felipe VI
201920 euroI gioielli numismatici – quindicesima versione
2019100 euroI gioielli numismatici – sedicesima versione
2019100 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
2019100 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
2019100 euroTesori dei Musei spagnoli: 200° anniversario del Museo del Prado
2019200 euroIl Rinascimento

Le Monete Commemorative Spagnole in Altri Metalli

La Spagna, a partire dal 2018 ha lanciato un nuovo prodotto numismatico: delle monete commemorative in metallo non prezioso (Cu/Ni) rilasciate nella versione fior di conio.

Queste nuove monete hanno un solo valore facciale, ossia il taglio da 1,50 euro. Sono colorate al dritto nella parte centrale e riguardano tutte quante la storia della navigazione. Hanno un diametro di 33 millimetri e un peso di 15 grammi.

Nel 2018 sono state coniate quattro di queste monete e nel 2019 ne sono state coniate sedici. Vedremo se da questo 2020 ne verranno fatte altre e se sempre sullo stesso tema di commemorazione riguardante la storia della navigazione.

Conclusioni

Tutte le varie tipologie di monete della Spagna sono prodotti fissi e quindi sempre presenti ormai annualmente. Le monete da collezione sono: le serie divisionali nella confezione ufficiale della zecca, i due euro commemorativi, le monete commemorative in argento, le monete commemorative in oro e le monete commemorative in Cu/Ni.

Se vuoi sapere quale sarà la programmazione numismatica del Regno di Spagna per questo 2020, puoi consultare il sito internet della Banca di Spagna a questo link: http://www.bde.es/homee.htm entrando nella sezione dedicata.

Davide Z.

Laureato in “Comunicazione per le imprese mediali e la pubblicità”, Davide ha trascorso un periodo della sua vita in Slovenia dove si è occupato di scrittura e di realizzazione di contenuti creativi per il web, grazie ad una borsa di studio Erasmus+. Ha frequentato un corso di formazione professionale dedito alla sceneggiatura. È esperto nella realizzazione di prodotti audiovisivi per ragazzi e adolescenti, destinati ai canali web e televisivi.

Recent Posts