Cos’è E Come Si Riconosce Una Moneta Fondo Specchio?

Abbiamo già accennato che in numismatica ci sono numerosi termini su cui può esserci un po’ di confusione iniziale. Andiamo a parlare della tipologia di monete “fondo specchio”, spesso abbreviata con la sigla derivante dall’inglese PROOF, che vuol dire “di prova”.

Una moneta fondo specchio, è una moneta che ha subito un particolare e costoso processo di lavorazione che la rende lucida a specchio e che i dettagli del conio sono messi tutti in risalto. La riconosci per l’incredibile lucentezza e splendore su cui ti puoi addirittura specchiare.

Le monete fondo specchio sono vere e proprie opere d’arte nel campo della numismatica e spesso si pensa che la sigla PROOF (o talvolta anche FS) è usata per classificare una determinata condizione di conservazione, ma in realtà si parla solo di una speciale lavorazione. Facciamo un po’ di chiarezza su questo tema…

La Lavorazione Proof Non È Quindi Sinonimo Di Qualità Di Conservazione?

Nell’epoca odierna, tutte le monete fondo specchio, si può dire che nascono anche fior di conio e si trovano quindi in apposite capsule di materiale plastico inserite in degli specifici cofanetti ufficiali della zecca di Stato con annesso il certificato di garanzia.

All’atto pratico sono quindi anche sinonimo di qualità conservativa, ma in linea teorica, il termine PROOF classifica solo il tipo di lavorazione e non una determinata qualità di conservazione.

Per essere pignoli, quindi, possiamo dire che le monete fondo specchio contemporanee sono anche fior di conio e come tali, sinonimo di massima qualità a livello di condizioni.

Le Monete Proof Sono Sempre Nate Fior Di Conio?

No. Il concetto di fior di conio è relativamente moderno. Ne abbiamo già parlato in questo articolo. Le prime monete fondo specchio che sono state realizzate, risalgono al XVII secolo. Le coniò la Zecca Reale Inglese nel Regno Unito quando era Re Carlo II. Non nacquero quindi per essere anche fior di conio.

Per il fatto che le monete Proof al loro esordio circolavano, avevano una facilità enorme a rigarsi, complice anche la lavorazione a specchio. Questo spiacevole inconveniente fa abbassare di molto il valore di antiche monete fondo specchio e in quel caso il fatto che siano PROOF non è anche sinonimo di qualità conservativa.

Nel XVIII secolo, precisamente nell’anno 1746, durante il regno di Giorgio II, venne emesso il primo cofanetto di monete fondo specchio, un kit di ben quattro valori: la Corona, la mezza Corona, lo Scellino e il mezzo Scellino. In quel caso, si possono considerare anche fior di conio e quindi di massima qualità di conservazione.

Qual È La Tiratura Delle Monete Fondo Specchio?

Le monete fondo specchio hanno una tiratura decisamente inferiore rispetto a quelle che sono solo fior di conio e solitamente costano come minimo il doppio delle ultime citate.

Per fare un esempio, negli ultimi anni l’ufficio filatelico e numismatico della Repubblica di San Marino vende le monete fondo specchio di quello Stato addirittura ad oltre il quadruplo del prezzo, rispetto a quelle fior di conio. Ed è il loro prezzo di emissione! Quindi il migliore che si possa avere per quello specifico prodotto.

A più che quadruplicare i prezzi, in questo caso è complice anche la bassissima tiratura, che nella Repubblica di San Marino supera di poco i 2000 kit Proof per annualità.

Di Che Materiale Sono Fatte Le Monete Fondo Specchio?

Le monete fondo specchio possono essere di qualsiasi tipo di materiale.

Tra le più comuni, troviamo quelle commemorative in oro, in argento e i kit divisionali comprendenti le monete da 1 centesimo a 2 euro (se parliamo dell’area euro) fatte con gli stessi materiali delle monete euro circolanti, con aggiunta la lavorazione fondo specchio.

Essendo quindi possibile realizzare monete fondo specchio con qualsiasi tipo di metallo, non ci sono limitazioni di realizzazione da questo punto di vista.

Qual È Il Processo per Coniare Monete FS?

Le monete fondo specchio subiscono un minuzioso processo di smerigliatura. Vengono “battute” sei volte per avere i dettagli così perfetti. Questi dettagli in rilievo hanno una finitura satinata, mente le parti piatte presentano una superficie specchiata.

In fase di realizzazione, queste monete vengono lucidate con appositi macchinari e tutte le eventuali imperfezioni vengono levigate per mezzo di attrezzature sofisticate. Dopo questi processi, vengono anche lavate in apposite soluzioni per rimuovere ogni eventuale agente che possa aver contaminato la superficie.

Anche le matrici usate per realizzare queste monete sono degne di numerosi accorgimenti. Attenzioni dedicate loro sia nella loro realizzazione, sia nel loro uso.

Qual È La Differenza Tra BU E Proof?

Le monete Proof, vengono spesso confuse con quelle BU (dall’inglese: brilliant uncirculated), quindi “brillanti non circolate”.

Se raccogli monete da un po’ di tempo, probabilmente avrai incontrato i termini “Proof” e “BU”. Entrambi questi tipi di monete sono generalmente in ottime condizioni a causa del fatto che non hanno mai circolato. Tuttavia, ci sono alcune differenze distinte che dovresti conoscere.

Le monete Proof sono come abbiamo detto, monete caratterizzate da una forte nitidezza dei dettagli che spiccano in una brillante superficie a specchio. Durante il processo di conio, ognuna viene “battuta” svariate volte e quindi i dettagli risaltano tantissimo.

Le monete contrassegnate come “BU” vengono “battute” due volte in fase di conio e di conseguenza avranno una più alta qualità dei dettagli rispetto alle fior di conio normali, ma non sono paragonabili a quelle fondo specchio. Non vanno quindi confuse!

Le monete BU sono sempre in ottime condizioni e non presentano segni di usura o di graffi che le monete in circolazione di solito hanno. Spesso provengono dai cosiddetti “rotolini” che volendo si possono reperire in banca.

Perché Acquistare Monete Fondo Specchio?

Le monete fondo specchio possono essere acquistate per tre motivi principali:

  1. Fare un investimento. Questo tipo di monetazione si presta all’essere una buona forma di investimento nel tempo.
  2. Per hobby. Si possono collezionare monete fondo specchio per passione. Una passione costosa, ma che apporta un grande piacere per gli occhi. Fidati!
  3. Come regalo. Sono sicuramente una forma di regalo molto originale e di grande pregio. Di sicuro non farai una brutta figura se hai intenzione di regalarle!

Qual È L’acquisto Migliore Di Monete FS?

Non esiste un acquisto giusto o sbagliato quando si parla di monete fondo specchio. Fondamentalmente, tutto dipende da quale preferisci se stai solo collezionando per hobby o dipende da quali sono i tuoi obiettivi se valuti l’acquisto ai fini di investimento.

Se vuoi acquistare monete fondo specchio d’oro e d’argento e stai solo cercando un modo per trarre rapidamente profitto dall’aumento dei prezzi di questi due metalli, è meglio che ti orienti verso monete fatte di quei materiali, ma non fondo specchio: questa caratteristica aggiunge un costo maggiore alla moneta, indipendentemente dal valore del metallo.

Tuttavia, se sei disposto a pagare il costo aggiuntivo per le monete fondo specchio che in qualche modo ritieni siano più attraenti e rare, o stai cercando un regalo numismatico per qualcuno, allora le monete proof sono la soluzione migliore. Vanno bene anche come forma di investimento, ma spesso sarà a lungo termine e bisogna sapersi destreggiare.

Esistono anche apposite guide per orientarsi all’acquisto di monete fondo specchio: (inserire link di vendita)

Dove Si Acquistano Le Monete Fondo Specchio?

È possibile acquistare monete fondo specchio principalmente tramite:

  1. La zecca di Stato
  2. I negozi di numismatica 
  3. I collezionisti privati
  4. Le aste

Partendo dal fatto che le monete fondo specchio hanno generalmente un prezzo elevato, la zecca di Stato è la via più economica per effettuare questo tipo di acquisto. Per il fatto che la zecca le vende al prezzo di emissione e quindi il più basso possibile per quel prodotto, è necessario che tu sia celere se opti per questo canale.

I negozi di numismatica sono un altro canale, meno economico rispetto alla zecca, ma che offre importanti capacità di reperimento. Scegli sempre il negozio che ha una nomea positiva e diffida di quelli che “vogliono venderti la luna”.

I collezionisti e le aste sono ulteriori vie percorribili. In questi casi è possibile sia fare ottimi affari sia farne di pessimi! Serve esperienza per muoversi in questi due canali.

La zecca di Stato è il canale più idoneo per chi acquista al fine di un investimento, perché otterrà il prezzo migliore. I negozi di numismatica sono perfetti per il collezionista alla ricerca di cose introvabili. Muoversi tra le aste e i privati, è la via per i più navigati.

Conclusioni

Le monete fondo specchio subiscono un processo di lavorazione particolare che rende i dettagli estremamente nitidi, in rilievo e satinati. La parte piatta è invece lucida e a specchio. Sono vendute direttamente dalla zecca di Stato e sono inserite dentro capsule di plexiglas contenute in appositi cofanetti corredati sempre da certificato di autenticità.

La tiratura delle monete Proof è nettamente inferiore alle monete fior di conio classiche. Questo fattore, unito all’impegnativo processo di produzione, fa sì che il prezzo di emissione di queste monete sia almeno il doppio del prezzo di emissione delle monete fior di conio, ma può facilmente essere molto maggiore.

Le monete FS possono essere coniate usando qualsiasi tipo di metallo e non vanno confuse con le monete BU che non hanno la definizione e la lavorazione di quelle fondo specchio.

Queste monete possono essere collezionate per passione, ma rappresentano anche una forma di investimento e un’ottima scelta di regalo.

È possibile acquistare le monete fondo specchio dalla zecca di Stato, nei negozi di numismatica, tramite collezionisti privati e per mezzo delle aste.

Davide Z.

Laureato in “Comunicazione per le imprese mediali e la pubblicità”, Davide ha trascorso un periodo della sua vita in Slovenia dove si è occupato di scrittura e di realizzazione di contenuti creativi per il web, grazie ad una borsa di studio Erasmus+. Ha frequentato un corso di formazione professionale dedito alla sceneggiatura. È esperto nella realizzazione di prodotti audiovisivi per ragazzi e adolescenti, destinati ai canali web e televisivi.

Recent Posts